November 21, 2016

GPHG: La riedizione del famoso Heuer Monza conquista il Revival Watch Prize

È Jack Heuer, presidente onorario di TAG Heuer nonché creatore del Monza originale nel 1976, che è salito sul palco per ricevere il premio, su richiesta di Jean-Claude Biver, CEO di TAG Heuer e Presidente della divisione Orologi del Gruppo LVMH.

Un uomo, un simbolo!

Il cronografo Heuer Monza. 
1976-2016 : 40 anni di storia. La celebrazione di una meravigliosa riedizione, la reinterpretazione di un orologio iconico.

Nel 1976, Jack Heuer, pronipote del fondatore del brand, progettò un cronografo per celebrare il primo titolo mondiale di Niki Lauda al volante di una FERRARI. La manifattura orologiera svizzera era all’epoca Cronometrista Ufficiale della Scuderia (dal 1971 al 1979) ed era la prima volta che la scritta MONZA appariva su quadrante dell’orologio.

Allora il segnatempo era sensibilmente diverso, ma dallo stile sempre inconfondibile. La sua cassa coussin era ispirata a un modello del 1925. Un cronografo total black dotato di pulsometro (per misurare il battito cardiaco) e di scala tachimetrica (per convertire il tempo in velocità), con lancette rosse e contatori in linea con lo stile tradizionale, un design inedito per accompagnare il brand in una nuova era della storia di questo modello.

Un bell’orologio non passa mai di moda

Ritorno alle origini: la riedizione del 2016 ripropone le due complicazioni distintive del segnatempo - pulsometro e scala tachimetrica (non incluse nelle riedizioni precedenti) - nonché il suo carattere originale.

Ovviamente un ruolo centrale è svolto dalla cassa coussin e dal colore nero, proprio come nel modello storico, in cui spiccano lancette delle ore e dei minuti laccate bianche e nere come per l’originale. Lo stesso vale per gli indici nel colore vintage arancione SuperLuminova™. Analogamente, il logo tradizionale HEUER sul quadrante inserisce ufficialmente questo modello all’interno della collezione storica della manifattura.

Per sancire il passaggio dal passato al presente, la cassa è ora in titanio grado 5 (e non più in acciaio), il che rende l’orologio leggero e più resistente agli urti. Il suo rivestimento in carburo di titanio mette fortemente in risalto l’aspetto nero opaco.

Il diametro aumenta (dai 39mm del modello originale ai 42mm attuali, per un look più moderno e maschile). È inoltre dotato di un cinturino "super racing" in pelle di vitello pieno fiore nera con impunture che evocano il design dei coprivolanti a tre razze delle auto da corsa dell’epoca.

Al suo interno, il calibro 17 automatico, un cronografo con i due contatori cronografici a ore 3 e a ore 9, armoniosamente distanziati per un quadrante perfettamente equilibrato. Sul fondello a vite numerato è inciso il logo HEUER storico decorato con finiture laccate rosse.

I collezionisti sono sempre alla ricerca dell’originale Heuer Monza, rivisitato solo poche volte. Fedele allo spirito dell’originale, questo modello commemorativo dei suoi 40 anni, rappresenta indubbiamente una pietra miliare nella storia della tradizione della manifattura.

GPHG: LA RIEDIZIONE DEL FAMOSO HEUER MONZA CONQUISTA IL REVIVAL WATCH PRIZE

ISPIRAZIONImobile_title_border