OK
 
By TAG Heuer, TAG HEUER TEAM —  12 Dec 2017

GERALDINE FASNACHT, UNA STELLA CADENTE NELLA NOTTE ALPINA

A 5500 metri di altitudine, Geraldine Fasnacht sorvola le Alpi di notte, illuminata dalla sua tuta alare. Una prima mondiale da scoprire nel film Wingsuit Connected by TAG Heuer.

mobile_title_border

05:32. La notte avvolge l'aeroporto di Sion in Svizzera. Tecnici e meccanici si adoperano solerti sulla pista. Con un TAG Heuer Connected Modular 45 al polso, Geraldine Fasnacht si avvicina nella sua tuta alare.

Una volta a bordo dell’elicottero, la tre volte campionessa dell’Xtreme Verbier e pilota di tuta alare si accinge a realizzare una prima mondiale con TAG Heuer. A 5500 metri dal suolo, resta in attesa sulla porta dell’elicottero, con indosso la tuta alare completamente illuminata, e salta nel buio della notte.

A 180 km/h, scende veloce come una stella cadente. Sovrasta le più alte cime e i ghiacciai delle Alpi e passa 1500 metri sopra la vetta del Grand Combin, che raggiunge i 4314 metri di altezza.

Questo momento unico è stato seguito in tempo reale in un film in cui la tensione è davvero palpabile. Un salto senza precedenti e un volo eccezionale, immortalati nel cortometraggio Wingsuit Connected by TAG Heuer, realizzato da David Carlier, fotografo e cineasta.

La sfida è notevole. Ad alta quota, la portanza è minore, il freddo è gelido e l’ossigeno scarseggia. Dovendo far fronte a numerose sfide tecniche, la pilota svizzera ha dovuto prepararsi a lungo per ottenere una traiettoria precisa e veloce.

"Grazie alla mia solida esperienza come freerider e pilota di tuta alare, sapevo come analizzare i rilievi per potermi lanciare", spiega Géraldine Fasnacht.

Sorge l’alba. Géraldine Fasnacht apre il paracadute per un atterraggio a -20°. Una performance senza precedenti, che rispecchia il carattere della campionessa e i limiti oltre i quali continua a spingersi.

GERALDINE FASNACHT, UNA STELLA CADENTE NELLA NOTTE ALPINA

SCATTI MIGLIORImobile_title_border