OK
 
By TAG Heuer, TAG HEUER TEAM —  23 Jan 2015

CARA DELEVINGNE E TAG HEUER: LA IT GIRL INCONTRA L'IT BRAND

Parigi, 23 gennaio 2015 - Skate o red carpet? Sneaker o tacchi a spillo? Sorriso sbarazzino o sguardo seducente? Difficile scegliere. Ecco perché TAG Heuer ha deciso di non rinunciare a nulla eleggendo proprio Cara Delevingne, IT Girl del momento, come nuova ambasciatrice del marchio. Una ragazza sempre in movimento, che ama la libertà. E che fa impazzire i social network.

Nata sotto il segno del Leone a Londra nel 1992, Cara è la nuova regina indiscussa dei media, portavoce di un'intera generazione online e top model dei giorni nostri. Ma il suo aspetto più innovativo è il modo in cui si muove attraverso questi universi dove la pressione è sempre alle stelle, in pieno spirito “prendetemi così come sono”. Prima di Cara, le modelle facevano bella mostra di sé sulle copertine patinate o in passerella. Lei no. Restando sempre se stessa, non solo offre un'immagine inedita della bellezza, ma regala uno straordinario pacchetto “tutto compreso”, irriverente e splendidamente seducente. Come TAG Heuer, Cara è una rivoluzionaria che sfida le convenzioni e rifiuta i limiti imposti con creatività e passione, senza mai cedere alla pressione. L'incarnazione perfetta dei valori cardine del marchio svizzero.

La Maison ha organizzato il party di benvenuto a Cara Delevingne nella Salle Melpomène, il più bel salone all'interno dell'Ecole des Beaux Arts de Paris. Dopotutto, dove, se non in una Parigi pronta ad accogliere la Settimana della Moda, avrebbe potuto tenersi un simile evento? La dominatrice delle passerelle si è mostrata particolarmente radiosa e disinvolta di fronte ai 150 giornalisti e ai VIP accorsi per l'occasione. Lo spazio espositivo, che deve il suo nome alla musa greca della tragedia, è stato trasformato come per incanto in un antico teatro, con la solennità del red carpet e l'inattesa presenza della natura più selvaggia. Cara, sfidando l'ombra di Melpomène, ha mostrato il suo lato maliziosamente mascolino procedendo impavida verso una gabbia, all'interno della quale l'attendeva... un leone con il suo cucciolo! Avete capito bene: un leone, proprio come quello tatuato sul suo dito indice, il suo emblema – con la criniera e il portamento elegante che si abbina alla perfezione a quello di lei. Il pubblico è rimasto ammutolito: nessuno si aspettava, o aveva mai visto, nulla di simile. E chi poteva ideare una prova così ardita? TAG Heuer, ovviamente. E chi mai avrebbe potuto accettare? Cara Delevingne, chi altri?

Jean-Claude Biver, CEO di TAG Heuer e Presidente di LVMH Watches Worldwide, ha accolto Cara Delevingne offrendole un cronografo TAG Heuer Formula 1 in acciaio e ceramica bianca tempestato di diamanti scintillanti, in pieno stile rock’n’roll glamour della supermodella britannica. “È con immenso piacere che do il benvenuto a Cara nella famiglia TAG Heuer”, ha dichiarato Jean-Claude Biver. “Questo è sempre un momento solenne. La famiglia TAG Heuer non è solo un'idea, ma un team, mossa da un autentico spirito di squadra. Avevamo bisogno di qualcuno che rompesse gli schemi e che allo stesso tempo fosse elegante. Qualcuno come Cara, che aprisse le nostre menti all'esuberanza e all'audacia che caratterizzano la gioventù di oggi. TAG Heuer ha scelto la It Girl del momento per affermarsi come It Brand. Grazie, Cara, per esserti unita al nostro team. E benvenuta a bordo!”

TAG Heuer si è rivolta ai Gruss, una delle più celebri famiglie circensi, per l'evento andato in scena venerdì scorso presso l'Ecole des Beaux Arts di Parigi e che ha visto la presentazione della nuova musa del marchio, Cara Delevingne. La top model si è presentata in compagnia del leone Pharaon e del suo cucciolo Antares. La sfida più grande, sin dalle fasi di allestimento dello spettacolo, è stata garantire la salute e il benessere dei due animali.

Da anni TAG Heuer è promuove iniziative di protezione dell'ambiente, un impegno che coinvolge anche la fauna e che non tollera alcun maltrattamento in occasione di campagne o eventi di qualsiasi genere. La Maison svizzera ha già preso parte in passato a diversi progetti volti a proteggere la natura e le specie animali selvatiche e ha rinnovato questa posizione anche per il futuro.