29 SET. TAG Heuer celebra il suo 150° anniversario a Parigi

  • 150th anniv Paris 01

29 settembre 2010 – L'Odyssey of Pioneers, il primo giro del mondo di una GT elettrica, si è concluso a Parigi presso la sede centrale di LVMH, tra gli applausi delle celebrità e degli artisti presenti per l'occasione. Tra loro spiccavano Leonardo DiCaprio, che ha dato il via al tour sei mesi fa a Basilea, SAR il Principe Alberto II di Monaco e Bernard Arnault, presidente del Gruppo LVMH, tutti legati da un comune impegno a favore di uno sviluppo sostenibile. Le celebrazioni per il 150° anniversario di TAG Heuer si sono così concluse in un'atmosfera di grande fasto.

Guidata da Elon Musk, presidente e cofondatore di Tesla Motors, la TAG Heuer Tesla Roadster ha fatto il suo ingresso nell'Atrio di avenue Montaigne 22, tra gli applausi di oltre 400 invitati. Jean-Christophe Babin, CEO di TAG Heuer, ha dato il benvenuto, tra gli altri, ad Alain Prost, Jean Todt, Antoine Arnault, Gérald de Palmas e Cécile de Menibus.

"Contando i record mondiali conquistati e considerando gli oltre 50 brevetti ottenuti, emerge che il marchio è riuscito a creare una pietra miliare della storia dell'orologeria ogni due o tre anni. Di certo, questo è uno straordinario esempio di continuità tra le generazioni e di perseveranza nella ricerca dell'avanguardia" ha dichiarato Jack Heuer, presidente della Maison. "L'Odyssey of Pioneers dimostra ancora una volta la nostra costante dedizione all'innovazione, alla creazione e alla reinvenzione. Tra le altre cose, l'azienda ha scelto di adottare un approccio più rispettoso dell'ambiente" ha concluso Jean-Christophe Babin.

Altri esempi di questo spirito pionieristico sono il Grand Carrera Pendulum, il primo movimento meccanico privo di ruota del bilanciere a fare il giro del mondo a bordo della TAG Heuer Tesla Roadster, e il Monaco 24 Calibro 36, il concept watch presentato a Basilea nel 2009 e disponibile sul mercato a partire da quest'anno. Il primo orgoglioso proprietario di questo esclusivo segnatempo ispirato alle automobili da corsa è stato Leonardo DiCaprio, che lo ha ricevuto dalle mani di Jean-Christophe Babin in persona.

{$content}