21 GEN. 50 anni di Carrera

TAG Heuer invita i numerosi appassionati di una delle più leggendarie linee di segnatempo a visitare la speciale esibizione “50 ANNI DI CARRERA” presso la Halle Sécheron di Ginevra (Svizzera), dal 21 al 24 gennaio.

La mostra, dinamica e luminosa, che esplora le origini estetiche della collezione Carrera a partire dagli elementi di architettura, design industriale, arte e moda degli Anni '60, rientra nell'ambito delle celebrazioni per il 50° anniversario della mitica linea di orologi e cronografi ispirati al mondo delle corse automobilistiche.

“Volevamo che questa mostra consentisse agli appassionati TAG Heuer di immergersi totalmente nell'atmosfera di fervente creatività in cui nacque”, ha dichiarato Jean-Christophe Babin, Presidente e CEO di TAG Heuer. “Un'occasione imperdibile per tutti gli appassionati del tempo e del suo più leggendario rappresentante”.

Presentato all'interno della rinnovata Halle Sécheron, risalente agli inizi del secolo scorso, in uno spazio appositamente dedicato che riflette il gusto per il design minimalista dell'epoca, l'evento “50 ANNI DI CARRERA” mette in mostra opere d'arte commissionate, arredi rappresentativi di un'epoca e la storica collezione completa Carrera.

Tra le fonti d'ispirazione, i lavori di Jackson Pollock, Mark Rothko, Peter Blake, John Baldessari e Robert Indiana. Senza dimenticare la celebre “Carrera Panamericana Mexico Road Race”, la competizione di endurance preferita da Juan-Manuel Fangio, amico di vecchia data del marchio.

Creato da Jack Heuer nel 1963, il Carrera rimane il rappresentante per eccellenza della lunga e impareggiabile storia di TAG Heuer nel mondo dei motori. Concepito appositamente per i piloti professionisti – robusto, sobrio, facile da leggere – il design rivoluzionario del Carrera si basa su una serie di idee innovative. Sono presenti tutti i codici ben distinti degli sport automobilistici, dal bianco e nero dei contatori sui cruscotti delle auto d'epoca ai guanti in pelle traforata tanto amati da Juan-Manuel Fangio e dai suoi contemporanei. Così come è presente il modernismo dei primi Anni '60: la purezza geometrica della nuova architettura di Oscar Niemeyer, le linee sinuose e sensuali di un edificio o una sedia firmati Eero Saarinen, nonché l'estetica pura e sobria della Pop-Art.

Nel 1996 TAG Heuer ripropone la collezione con il Cronografo Carrera TAG Heuer, uno degli orologi più venduti nella storia del marchio. Da allora la linea è stata più volte reinterpretata. I suoi canoni estetici puri e modernisti hanno impreziosito molte delle creazioni innovative del marchio, tra cui il TAG Heuer Mikrogirder, premiato con l'ambita “Aiguille d'or” (Orologio Svizzero dell'Anno) al Grand Prix d'Horlogerie de Genève svoltosi lo scorso novembre.

Scopri i nuovi prodotti Carrera qui:

Sito web pre-Basilea

Webzine