MARIA SHARAPOVA LA DONNA DA BATTERE

LA STRADA VERSO IL SUCCESSO

“Non sono la nuova Signora Qualcuno, io sono Maria Sharapova”.

Prima di Maria Sharapova, le tenniste erano ottime giocatrici o belle donne. Raramente queste qualità – bellezza, talento e determinazione – convergevano nello stesso soggetto.

In Maria, bellezza, grazia, potenza e portamento hanno trovato l'equilibrio perfetto. Non importa quale sia il sesso degli avversari e non importa quanto siano abili o completi: Maria non si arrende e non cede mai alla pressione.

...COME TAG HEUER

Maria Sharapova non smette mai di mettersi alla prova. Come TAG Heuer, rifiuta i limiti imposti, senza mai cedere alla pressione.
Maria tocca la sua prima racchetta da tennis all'età di quattro anni. Prima di compiere sei anni, la forza e la velocità della sua battuta hanno già attirato l'attenzione dei migliori giocatori e allenatori di Mosca. All'età di sette anni, si trasferisce in Florida, senza conoscere una parola d'inglese. Prima dei nove anni, ha già imparato la lingua e si assicura un posto nella migliore accademia di tennis al mondo...

A 13 anni vince il primo campionato Juniores. A 17 trionfa a Wimbledon. Ancora ragazzina, si trova già sotto i riflettori del mondo intero, apparendo come un'autentica diva sulle pagine delle principali riviste di moda, gossip e sui rotocalchi sportivi. Finirà travolta dalla sua celebrità, come accadde a diverse bambine prodigio prima di lei? La sua risposta arriva a 18 anni, quando diventa la numero 1 della classifica WTA, e l'anno seguente con la conquista degli US Open. Un infortunio alla spalla sembra minacciare la sua carriera, ma Maria torna più forte di prima, conquistando l'Australian Open, il suo terzo Grande Slam. Fino alla sfida successiva: su terra battuta. Regina sui campi veloci, s'impegna duramente per perfezionare il suo gioco anche su terra battuta, imparando a scivolare e diventando sempre più rapida, sicura di se stessa e agile. Ma ecco che incombe un nuovo infortunio, alla stessa spalla, per il quale si rende necessario un intervento chirurgico che potrebbe mettere la parola fine alla sua carriera. È giunta l'ora di dire basta? Ancora una volta, la risposta arriva sul campo: conquistata nuovamente la Top 10 nel 2011, l'anno successivo si riporta al primo posto, con una straordinaria vittoria sull'implacabile terra del French Open, un trionfo che la fa entrare di diritto nell'élite del tennis, il Career Grand Slam Club. L'atleta femminile più pagata al mondo, sempre impegnata per essere la migliore – anche per se stessa – in tutto ciò che fa, Maria Sharapova è, come TAG Heuer, una rivoluzionaria che rifiuta i limiti imposti, senza cedere mai alla pressione.

CONTINUA A LEGGERE

AMBASCIATORI

Da oltre 150 anni, TAG Heuer continua a raccogliere le sfide più audaci per poi spingersi oltre. Sfidando le convenzioni del settore, il Marchio ha condotto l'orologeria svizzera a livelli di precisione e performance sempre più elevati, stabilendo le proprie regole, dettando il proprio passo, superandosi sempre, senza mai scendere a compromessi né cedere alla pressione, proprio come i suoi Ambasciatori.