CRISTIANO RONALDO IL PERFEZIONISTA

LA STRADA VERSO IL SUCCESSO

“Non ho mai nascosto il mio obiettivo di diventare il migliore al mondo”

Prima di Cristiano Ronaldo, chi avesse voluto diventare il migliore al mondo non avrebbe osato dirlo a voce alta. Avrebbe lavorato in silenzio, sottostando alle regole, oppure si sarebbe accomodato in panchina.

Dopo di lui, gli atleti hanno imparato a prendersi i loro rischi e a stabilire le loro regole. A non giocare dove e come dice l'allenatore, ma fiutando la preda e aggredendo quelle debolezze in difesa che solo un giocatore di talento è in grado di vedere e sentire. Senza mai cedere alla pressione.

...COME TAG HEUER

Cristiano Ronaldo è nato per infrangere qualsiasi record. La sua motivazione è vincere sempre, per sfidare le statistiche umane.
Il suo soprannome, CR7, è composto dalle iniziali del suo nome e dal numero di casacca indossata prima nel Manchester United, poi nel Real Madrid, e per sempre nel Portogallo.

Nato a Madeira nel 1985, è cresciuto in una stanza insieme al fratello e a due sorelle, mentre ora occupa l'attico del calcio mondiale. Ciò che lo contraddistingue non è il fisico, né l'abilità e neppure la velocità, ma il suo straordinario impegno, dentro e fuori dal campo. Tremila addominali al giorno. Scatti che arrivano a 33 km all'ora – i più veloci in questo sport. Il giocatore più caro nella storia, due volte vincitore del Pallone d'Oro FIFA, finalizzatore di ben 69 goal e ispiratore di 17 assist in 59 incontri disputati nel 2013, Ronaldo rappresenta l'apoteosi del calcio moderno. Impavido e determinato a infrangere qualsiasi record e ad aggiudicarsi i più alti riconoscimenti sportivi, Ronaldo osa, come TAG Heuer, sfidare le convenzioni, un rivoluzionario che rifiuta i limiti imposti, senza mai cedere alla pressione.

CONTINUA A LEGGERE

AMBASCIATORI

Da oltre 150 anni, TAG Heuer continua a raccogliere le sfide più audaci per poi spingersi oltre. Sfidando le convenzioni del settore, il Marchio ha condotto l'orologeria svizzera a livelli di precisione e performance sempre più elevati, stabilendo le proprie regole, dettando il proprio passo, superandosi sempre, senza mai scendere a compromessi né cedere alla pressione, proprio come i suoi Ambasciatori.