BIOGRAFIA

Kei Nishikori

Kei Nishikori inizia a giocare a tennis in Giappone all'età di cinque anni. Nel 2003, il giovane si trasferisce negli Stati Uniti per inseguire il sogno di diventare un tennista professionista e prosegue la sua preparazione scolastica e atletica presso l'IMG Academies di Bradenton (Florida). Durante il periodo di allenamento e di perfezionamento presso l'Academy, Nishikori conquista i suoi primi successi nel campionato maschile juniores e termina la sua carriera in questa categoria, aggiudicandosi la vittoria del doppio maschile juniores nell'ambito del French Open del 2006. Nishikori accede alla categoria professionisti nel 2007. Nel 2008, conquista la sua prima vittoria da professionista in occasione dell'International Tennis Championships di Delray Beach e verso la fine dello stesso anno, l'Association of Tennis Professionals (ATP) lo nomina "Volto nuovo dell'anno". Nishikori è il primo giocatore asiatico a ottenere questo riconoscimento. Recentemente, Kei è riuscito a portare il suo gioco a livelli ancora più elevati, concludendo il 2011 con lo splendido exploit che gli ha consentito di sconfiggere il primo in classifica del Ranking ATP, Novak Djokovic, e superare un traguardo mai raggiunto da un campione giapponese in un singolo di tennis maschile. A conferma della sua classe, il 2012 lo ha visto qualificarsi ai quarti di finale dell'Australian Open e arrivare laddove nessun tennista giapponese era più arrivato dal 1968.

Kei vive e si allena presso l'IMG Academies dall'età di 14 anni. Il Team dell'IMG Tennis di cui fa parte - una divisione della società di sport, media e moda IMG Worldwide - gestisce gli aspetti burocratici della sua carriera e lo sviluppo della sua immagine professionale pubblica.

Kei Nishikori ha dichiarato che “La continua ricerca della perfezione di TAG Heuer ha molti punti in comune con i valori che spingono gli atleti a inseguire costantemente la vittoria. È per me un grande onore entrare nella straordinaria rosa di atleti che negli anni hanno rappresentato TAG Heuer nel mondo".

In occasione dell'annuncio ufficiale, il Presidente e CEO di TAG Heuer Jean-Christophe Babin ha sottolineato che “nel corso degli anni, Kei ha lavorato con impegno e dedizione. La passione sfrenata per il tennis e una volontà di ferro gli impediscono di accettare anche solo l'idea di gettare la spugna. Per realizzare i suoi sogni, si prefissa obiettivi molto ardui e quando li raggiunge, sposta rapidamente lo sguardo verso traguardi nuovi e ancora più impegnativi. Intendiamo sostenerlo nelle sue attività future e speriamo di poter avviare una collaborazione proficua per entrambi".