Orologi da polso - Orologi di lusso svizzeri da uomo e da donna
Orologi uomo e orologi donna realizzati da TAG Heuer

Ogni singolo orologio è un esempio d'ingegneria di precisione, qualità e eredità sportiva. Questo è il DNA TAG Heuer. Questo è ciò che garantisce a TAG Heuer la sua posizione di marchio leader nell'universo degli orologi e cronografi sportivi di lusso.

Gli orologi svizzeri sono rinomati per la loro qualità e precisione e, all'interno del mondo dell'orologeria svizzera, gli orologi da polso TAG Heuer sono noti non solo per la loro qualità e precisione, ma anche per il loro design d'avanguardia e la loro tecnologia di punta: per un'eredità sportiva che ispira l'eccellenza, sostenuta da materiali di qualità che contribuiscono alla creazione di orologi di lusso da uomo e da donna.

Sin dal 1860, quando Edouard Heuer aprì il suo primo laboratorio nelle montagne svizzere, TAG Heuer è stato sempre il primo a padroneggiare la precisione cronografica fin nei minimi dettagli, che ne attuavano il miglioramento. Così, non ha mai mancato di sorprendere i consumatori e l'industria orologiera con creazioni come l'orologio automatico Mikrograph 1916, il primo orologio sportivo al mondo con precisione di lettura a 1/100 di secondo o, più di recente, con il Mikrotimer Flying 1000, l'unico cronografo meccanico in grado di indicare e misurare 1/1000 di secondo. Nel 2012 è stato presentato il “concept watch” MIkrogirder, orologio uomo che ha spiazzato tutti con la sua precisione senza pari di 5/10.000 di secondo. Oggi TAG Heuer è l'unico marchio svizzero a produrre cronografi automatici e meccanici dotati di questa fenomenale precisione, che permette di leggere frazioni di secondo infinitesimali.

Durante la sua storia TAG Heuer è stato all'avanguardia della misurazione del tempo in mare, sulla terra ferma e nell'aria. Le innovazioni TAG Heuer, dagli indicatori della data alle lancette fly-back, sono state adottate dai maggiori fabbricanti di orologi sportivi di lusso in tutto il mondo. Fu Edouard Heuer ad inventare il pignone oscillante per il Microtimer nel 1886, un meccanismo oggi fondamentale in quasi tutti i cronografi meccanici contemporanei. Nel 2004 il “concept watch” Monaco V4 ha reinventato il tempo con cinghie di trasmissione e cuscinetti a sfera, il che gli è valso un'accoglienza entusiastica a Ginevra.

Questa tradizione di creare innovazioni molto apprezzate e premiate prosegue con il Pendulum TAG Heuer nel 2010; un concetto così rivoluzionario che ha scosso ciò che aveva costituito le fondamenta della storia dell'orologeria per 300 anni: la ruota del bilanciere e il meccanismo della spirale. Infatti, per la prima volta, le oscillazioni della ruota del bilanciere sono generate non dalla spirale, ma da un campo magnetico. Una conquista davvero straordinaria. L'ispirazione è nata da

una ricca eredità e un impegno attivo nel campo dello sport. Il rapporto di lunga data che lega TAG Heuer al mondo dei motori è leggendario. La scuderia Ferrari nel 1970. Gli ultimi gloriosi 25 anni con il team McLaren F1. Da questo amore per la velocità e le prestazioni elevate sono nati orologi automatici d'impeccabile precisione quali i cronografi TAG Heuer Formula 1, Monaco, Carrera e Gran Carrera. Ognuno di essi è un capolavoro di design e fabbricazione, di performance e precisione.

Invece dal mondo acquatico - vela, regate oceaniche e immersioni - è nato l'Aquaracer, l'orologio sportivo indispensabile. L'Aquaracer, re degli orologi subacquei, viene indossato dall'equipaggio dell'ORACLE durante la Coppa America, i cui valori, ovvero le prestazioni elevate e una precisione al millesimo di secondo, trovano sostegno nel partenariato con TAG Heuer.

La passione del marchio per gli sport agonistici ha portato alla progettazione di orologi sportivi professionali ultraleggeri, riuniti nell'iconica serie LINK. Ma TAG Heuer, costantemente alla ricerca d'innovazioni, prestazioni elevate e prestigio, continua a puntare ancora più in alto. Questa spinta all'eccellenza si riflette nella sua collaborazione con alcuni campioni dello sport, ambasciatori dall'immagine forte come Maria Sharapova e il campione di F1 Jenson Button. Anche gli affascinanti Cameron Diaz, l'iconico Steve McQueen, l'attore cinese Chen Dao Ming e l'indiano Shah Rukh Khan sono carismatici ambasciatori TAG Heuer, ognuno dei quali condivide l'integrità, la passione e l'eccellenza che sono alla base del marchio.

I segnatempo TAG Heuer da uomo sono orologi innovativi che uniscono la padronanza della precisione tipica della Manifattura con la sua eredità sportiva legata al mondo delle corse e a materiali di prestigio. Anche le donne però apprezzano i valori di performance e affidabilità di TAG Heuer e in effetti il marchio ha proposto orologi donna sin dalle origini. Creati in materiali di lusso come i diamanti, la ceramica e la madreperla, gli orologi da donna TAG Heuer parlano alla loro femminilità con design ultra seducenti ed eleganti.

Tag Heuer : A Chronology

  1. 1860 Edouard Heuer
  2. 1887 Invenzione del pignone oscillante
  3. 1911 Il brevetto del Time of Trip
  4. 1916 La conquista della precisione
  5. 1962 TAG Heuer è il primo marchio orologiero svizzero a conquistare lo spazio
  6. 1963 Lancio del TAG Heuer Carrera
  7. 1969 Il Chronomatic Calibro 11
  8. 1971 Steve McQueen indossa un Monaco
  9. 1985 McLaren
  10. 2004 Il Monaco V4
  11. 2012 Il Mikrogirder
  12. 1869 Uno dei primi brevetti TAG Heuer
  13. 1876 Creazione della filiale inglese
  14. 1883 TAG Heuer all'Esposizione Internazionale di Amsterdam
  15. 1887 TAG Heuer brevetta il pignone oscillante
  16. 1887 Il figlio di Edouard Heuer entra a far parte del management
  17. 1888 Jules-Edouard Heuer
  18. 1889 TAG Heuer all'Esposizione Universale di Parigi
  19. 1891 Charles-Auguste Heuer
  20. 1892 Morte di Edouard Heuer
  21. 1895 Brevetto per la cassa impermeabile TAG Heuer
  22. 1908 Brevetto per il quadrante da pulsometro
  23. 1910 Il mercato americano
  24. 1911 Il Time of Trip
  25. 1912 Orologi da polso da donna
  26. 1914 Il primo cronografo da polso
  27. 1916 Il Mikrograph e il Microsplit: una precisione di lettura a 1/100 di secondo
  28. 1916 Il Semikrograph e il Semicrosplit: una precisione di lettura a 1/50 di secondo
  29. 1920 I cronometri sportivi
  30. 1923 Hubert Heuer
  31. 1924 Cronometrista ufficiale dei Giochi Olimpici di Parigi
  32. 1928 Cronometrista ufficiale dei Giochi Olimpici di Amsterdam
  33. 1930 Il cronografo per piloti
  34. 1931 Il Professore Auguste Piccard indossa un segnatempo TAG Heuer
  35. 1933 Il contatore di bordo Autavia
  36. 1934 Salone dell'Orologeria di Basilea 1934
  37. 1939 Il cronografo da polso impermeabile
  38. 1945 Il Generale Eisenhower indossa un segnatempo TAG Heuer
  39. 1947 L'élite mondiale indossa i segnatempo TAG Heuer
  40. 1948 L'Auto-Graph
  41. 1949 Il Solunar
  42. 1950 Il Mareograph
  43. 1955 Il Twin-time
  44. 1957 Il Ring Master: una grande conquista mondiale
  45. 1958 Jack Heuer
  46. 1959 La filiale americana
  47. 1960 Il Sebring
  48. 1962 Il primo marchio orologiero svizzero a conquistare lo spazio
  49. 1963 Il Film-Master a Hollywood
  50. 1963 Lancio del cronografo Carrera
  51. 1965 Evoluzione del modello Carrera
  52. 1966 Il Mikrotimer: una precisione di lettura a 1/1.000 di secondo
  53. 1967 L'Intrepid di Emil Mosbacher e l'America's Cup
  54. 1968 Il cronografo Camaro
  55. 1969 I cronografi automatici Autavia e Carrera
  56. 1969 Il Chronomatic con microrotore
  57. 1970 Steve McQueen e il suo mitico Monaco
  58. 1970 Clay Regazzoni
  59. 1971 La scuderia Ferrari sceglie TAG Heuer
  60. 1972 La serie Calculator
  61. 1972 Il cronografo Montreal
  62. 1972 Il cronografo Temporada
  63. 1973 Una precisione di lettura a 1/100 di secondo
  64. 1974 Il cronografo Silverstone
  65. 1975 Il Microsplit con display LCD
  66. 1976 Il cronografo Daytona
  67. 1977 Il Chronosplit Manhattan GMT
  68. 1978 I Giochi Olimpici di Lake Placid e di Mosca
  69. 1983 La Serie 2000
  70. 1985 Mike Birch al timone del Formule TAG e la Route du Rhum
  71. 1986 La Serie Formula 1
  72. 1987 Six Features
  73. 1987 La Serie S/el
  74. 1988 Ayrton Senna, testimonial TAG Heuer
  75. 1989 Cronometrista per la Federazione Internazionale di Sci durante la Coppa del Mondo
  76. 1991 Don't crack under pressure
  77. 1992 Cronometrista ufficiale di Formula Uno
  78. 1993 Il TAG Heuer di Titouan Lamazou e il Trofeo Jules Verne
  79. 1994 Il nuovo stand di Basilea
  80. 1995 Il TAG Heuer Challenge di Chris Dickson's e l'America's Cup
  81. 1995 Success - It's a mind game
  82. 1997 Lancio delle serie Kirium
  83. 1999 Lancio della serie Alter Ego
  84. 2000 Lancio del Kirium Ti5
  85. 2001 Jack William Heuer
  86. 2001 Lancio del Kirium F1
  87. 2001 Il Monza Calibre 36
  88. 2002 Sport Vision
  89. 2002 Il Mikrograph F1 si aggiudica il Design Watch Award
  90. 2002 L'Oracle BMW Racing e la Louis Vuitton Cup
  91. 2002 What are you made of?
  92. 2003 Il Monaco Sixty-Nine
  93. 2003 Cronometrista del Campionato Mondiale FIS
  94. 2003 Mikrotimer: una precisione di lettura a 1/1.000 di secondo
  95. 2004 Il Concept Watch V4
  96. 2004 Il 2000 Aquaracer
  97. 2004 Il cronografo Indy 500
  98. 2005 Creazione del Calibre 360
  99. 2005 Il Professional Golf Watch
  100. 2005 Diamond Fiction TAG Heuer
  101. 2006 Il Carrera Calibre 360 in Oro Rosa
  102. 2006 Il Monaco Calibre 360 LS
  103. 2007 Il nuovo stand di Basilea
  104. 2007 Il Link Calibre S
  105. 2007 Il TAG Heuer Grand CARRERA
  106. 2008 Il Museo TAG Heuer 360
  107. 2008 Il Grand Carrera Calibre 36 RS Caliper
  108. 2009 TAG Heuer Monaco V4
  109. 2009 Monaco Twenty-Four
  110. 2010 Pendulum
  111. 2010 Il movimento di manifattura Calibre 1887
  112. 2010 Collezione TAG Heuer Carrera 1887
  113. 2011 Monza
  114. 2011 Mikrograph
  115. 2012 Mikrotimer Flying 1000
  116. 2012 Mikrogirder
  117. 2012 nuova Collezione Link Lady
  118. 2013 TAG Heuer Carrera MikroPendulum
  119. 2013 TAG Heuer Carrera MikroPendulumS